Ninja Gaiden 3: Razor’s Edge

Dal  sito :  http://gamesurf.tiscali.it

Assieme a titoli del calibro di Resident Evil e del ben più recente Dead Space rappresenta uno degli esempi più eclatanti di cosa non fare quando si dispone di un brand di sicuro successo. Stiamo parlando di Ninja Gaiden, la serie creata dal celebre Team Ninja di Tecmo, capace di perdersi nel passaggio all’attuale generazione di console dopo un rientro alla grandissima sulla vecchia Xbox.
In questo processo involutivo non possiamo sapere quanto possa aver inciso l’uscita di scena dal Team Ninja del suo storico capo programmatore Tomonobu Itagaki, ma quel che è certo è che con il terzo capitolo della saga,  Ninja Gaiden ha avuto il “merito” di toccare il punto più basso, con buona pace di chi ammirava il perfetto equilibrio fra fase esplorativa e ed action raggiunto eoni fa proprio sulla prima Xbox.

Un’involuzione tale da non passare inosservata nemmeno agli “attenti” sguardi della stessa Tecmo, al punto da convincerli a tornare sui propri passi ad un anno esatto di distanza, con una versione basata questa volta sulla versione riveduta e corretta del gioco utilizzata qualche tempo fa per il debutto della serie su Nintendo Wii U.  )leggi articolo)

 

autore;  Fabrizio Cirillo (12-04-2013)


 

 http://www.spaziogames.it

 

Se lo scorso anno c’è stato un gioco capace di far discutere all’infinito e di attrarre più detrattori che sostenitori, il suo nome è Ninja Gaiden 3. Criticato all’inverosimile per la manifesta inferiorità rispetto ai predecessori, per il gameplay tremendamente ripetitivo e per una trama che pareva scritta da un dodicenne, il gioco di Team Ninja ha ricevuto anche sulle nostre pagine un’accoglienza decisamente fredda, anche se abbiamo riconosciuto al team di Fumihiko Yasuda e Yosuke Hayashi una certa spettacolarità nell’approcciare i combattimenti e un livello di sfida elevato senza mai diventare frustrante. Un titolo insomma molto discusso e a tratti persino deriso da certa stampa d’oltreoceano e in effetti, con gli ultimi dati che riportano vendite totali per circa 400.000 copie, nemmeno il pubblico ha dimostrato di gradire questa nuova incarnazione di Ryu Hayabusa. (leggi articolo)

autore:   Andrea Visconti (Specialized) del 

 


 

14168_3a

 

 

About the Author

Leave a Reply