To The Moon

Dal sito:   http://gamesurf.tiscali.it

Una delle critiche più frequenti che vengono mosse al medium videoludico è l’incapacità di raccontare storie profonde e di non saperle raccontare sapientemente come sanno fare cinema e libri. In questo panorama, però ci sono delle eccezioni, una di queste è proprio To The Moon. Il titolo di Freebird  Games, piccolo team indipendente canadese guidato da Kan Gao, non solo riesce a raccontare una storia emozionante, ma lo fa in modo magistrale, grazie anche ad una deliziosa colonna sonora. Nonostante per la realizzazione del gioco sia stato realizzato usando RPG Maker XP, questo non è un RPG. In effetti inquadrare il gameplay di To The Moon non è affatto semplice, dato che la parte videoludica vera e propria è ridotta all’osso. Essa è limitata ad un minimo di esplorazione, molto guidata, e alla risoluzione di puzzle molto semplici, i quali paiono quasi fuori luogo. Giocare sembra più un’interruzione al racconto della storia, piuttosto che il cuore dell’opera stessa.
Per non rischiare spoiler sulla storia, accenniamo solamente l’inizio e lasciamo al lettore il piacere della scoperta. Parliamo di scoperta della storia perché, essendo raccontata a ritroso, dà proprio la sensazione di scoprire i vari tasselli, che poi sta a noi ricostruire nella nostra mente. Il tutto inizia con un anziano signore sul punto di passare a miglior vita, il quale chiede come ultimo desiderio quello di poter andare niente meno che sulla Luna (leggi articolo) 

autore:  Marco Sgorlon (15-01-2013)


Dal sito: http://www.spaziogames.it

Nell’affollato e ipercompetitivo mercato videoludico odierno, sopratutto quando si parla di titoli tripla A, è difficile provare e riuscire a dire oltre che fare qualcosa di veramente nuovo e diverso. Voglia di innovare e stupire che al contrario non manca nel folto sottobosco del panorama indipendente dal quale continuano a emergere prodotti più o meno divertenti ma anche vere e proprie perle.

To the Moon appartiene senza ombra di dubbio a quest’ultima categoria. Si tratta di una emozionante e sentimentale avventura lineare ed estremamente semplice dal particolare stile grafico che ricorda molto da vicino quello dei JRPG bidimensionali di un tempo. Il titolo è stato realizzato da un piccolo studio americano, che tra le sue fila, oltre al suo poliedrico fondatore Kan Gao, conta giusto una manciata di dipendenti e collaboratori, Freebird Games che sinora si erano fatti notare per alcuni esperimenti in termini di narrazione interattiva e fusione di generi videoludici sempre caratterizzati da questi echi orientali, vero e proprio marchio di fabbrica.
Al momento To the Moon può essere comprato per una dozzina di dollari sul sito ufficiale degli sviluppatori, in attesa che venga accolta la loro richiesta di entrare nel catalogo di Steam; è previsto un trial gratuito di un’ora per chi volesse provare il gioco. (leggi articolo) 
autore:  Massimo Monti del

About the Author

Leave a Reply