XCOM: Enemy Unknown

Dal sito:  http://gamesurf.tiscali.it

Eccoci di ritorno nella base sotterranea degli XCOM, questa volta per apprendere più dettagliatamente tutte le varie tattiche e strategie atte a guidare i nostri super-soldati verso la vittoria. Per chi non avesse letto il nostro precedente articolo, cerchiamo di fornire un piccolo briefing su quello che riguarda la storia.

Il nostro pacifico pianeta è sotto attacco. Degli strani contenitori che sembrano assomigliare a delle incubatrici iper-tecnologiche cadono dal cielo, infestando i centri delle città più famose tramite un gas dal colore verde cangiante che, una volta inalato, sembra mettere in torpore i poveri malcapitati chiudendoli in una sorta di bozzolo. Cosa vorranno fare con i nostri corpi?! Frenate subito le vostre fantasie macabre e non aspettatevi, inoltre, di vedere E.T. puntarvi il suo dito luccicante intimandovi di voler fare una chiamata interurbana pacifica da almeno sei zeri, ma state pronti a fronteggiare una serie di alieni veramente arrabbiati con l’unico scopo di conquistare (o distruggere forse) il pianeta Terra.  La sola possibilità che abbiamo di sopravvivere è nelle nostre mani. Dovremo quindi necessariamente indossare l’uniforme del comandante per guidare (al meglio e sapientemente) questo gruppo di cloni fotocopiati stile Jean Claude Van Damme (visto che anche le donne hanno due spalle tante) ed evitare che ogni attacco sul globo da parte degli extraterrestri non abbia esito. Preparatevi dunque, poiché il lavoro del lontano 1994 targato Mythos Games è stato ripreso e migliorato per proporci in auge un risultato degno di nota, sia per i cultori della fantascienza, sia per i puristi dei videogiochi come quelli che “solo nonna sapeva fare” ovvero interamente ripresi dai cartacei basati a turni. (leggi articolo)

autore: Simone Rampazzi (11-10-2012)


 

Dal sito: http://www.everyeye.it

Sin dal giorno del suo annuncio XCOM: Enemy Unknown ha fatto sognare migliaia di appassionati. Rimasti scottati qualche anno prima dal nuovo XCOM trasformato in first person shooter (progetto ancora vivo, ma attualmente messo in pausa da 2K), i fan orfani di una delle saghe più importanti nel panorama del PC Gaming hanno riposto tutte le loro speranze in questa “operazione nostalgia” condotta sotto la guida attenta di Fireaxis. Nel corso di quest’ultimo anno XCOM: Enemy Unknown ha avuto modo di mostrarsi a più riprese, ed ogni volta ha alimentato ancora di più le speranze dei giocatori di vecchia data. In un mercato sempre più standardizzato, il titolo Fireaxis opera infatti delle scelte di rottura, tornando ad abbracciare il genere degli strategici a turni ma aggiornandone le dinamiche per renderle più snelle e funzionali. E inoltre, nel combattere gli assalti alieni fra le carcasse di auto e le città nel panico, si riscopre davvero la stessa atmosfera di quel classico senza tempo che è UFO: Enemy Unknow (sviluppato da Microprose e noto anche come UFO Defense).Giunto questo nuovo XCOM finalmente sul banco di prova, non resta che porsi una sola domanda: Firaxis è riuscita davvero a riscoprire e rivalutare i tratti distintivi di una pietra miliare della storia videoludica?  (leggi articolo)

autore:  Alessandro “Trawn” Agostinis 


 

About the Author

Leave a Reply