Inazuma Eleven Strikers

Dal sito: gamesurf.tiscali.it

Tutti pronti a tornare sui campi da calcio con l’arrivo della nuova stagione! Il calciomercato, l’inizio del campionato, l’arrivo sugli scaffali degli immancabili FIFA e PES di turno e ora anche la pubblicazione europea (con ben un anno di ritardo) di Inazuma Elevn Strikers su Wii. Spin-off della fortunata serie di RPG calcistici pubblicati negli ultimi anni da Nintendo su console portatili,Inazuma Eleven Strikers è un prodotto particolarmente atipico pur nel suo voler essere un gioco di calcio facile e immediato. Abbandonate tutte le velleità “ruolistiche” che hanno reso celebri gli episodi portatili, Strikers è fondamentalmente un sportivo arcade che strizza l’occhio a titoli più “spensierati” come possono essere Sega Soccer Slam o Mario Strikers Charged, anche se rispetto a questi ultimi rimane decisamente più elaborato. L’ossatura generale è quella di un gioco di calcio di stampo classico (punizioni, fuori gioco, rimesse laterali, rigori ecc) ma che abbandona tutti i tecnicismi e le conquiste tipiche dei vari FIFA e PES recenti in favore di una spettacolarità volutamente esagerata fatta di tiri infuocati, dribbling ninja e parate decisamente sopra le righe. Le premesse sulla carte sono sicuramente ottime, così come i trascorsi della serie su Nintendo DS, eppure questa versione casalinga del calcio spettacolo mostra il fianco a parecchie critiche.

Corri e salta dietro a un pallone

Palla al piede, ci si accorge subito di come non tutti gli aspetti della nuova formula di gioco siano stati sviluppati con la cura tipica delle produzioni Level 5. Nonostante il titolo sia pensato fondamentalmente per un pubblico di giovanissimi e di irriducibili fanatici, è facile anche per loro essere presi in contropiede dalle nuove meccaniche e semplificazioni apportate alla formula originale. In pieno rispetto della serie animata, a decidere le sorti di una partita è spesso il goleador che effettua l’attacco più potente sulla media/lunga distanza, in barba al gioco di squadra e a tutte le tattiche sopraffine che si possono elaborare in area di rigore. Spesso scattare sulla fascia caricando il tiro per rilasciarlo una volta arrivati a fondo campo si rivela essere la soluzione meno dispendiosa e più proficua in termini di sforzi/risultati.  (leggi articolo)

autore: Nicola Caso (09-10-2012)


 

About the Author

Leave a Reply