Babel Rising

Dal sito: http://gamesurf.tiscali.it 

Thorah” è la parola ebraica per “legge di Dio”. No, qui in redazione non ci siamo improvvisamente ammattiti e nessuno è posseduto da qualche demone sadico che lo costringe a parlare in latino o geroglifico. La legge di Dio è ciò che dobbiamo ri-stabilire in “Babel Rising”, dove l’uomo, da gran maleducato, cerca di raggiungere il celestiale cancello dorato con l’aiuto della sempre più alta torre di Babele, a meno che Dio non si operi nel distruggerla. Abbiam detto Dio? Volevo dire “noi”.

Hanno sempre avuto un pessimo senso dell’umorismo lassù

“Babel Rising” inizialmente nasce come app per il nostro aggeggio apple. Sviluppata da Bulkypix diventa presto un successone, tale da far scendere in campo Ubisoft e MandoProduction con una versione per console aggiornata in grafica ed in gameplay, e che ovviamente rende disponibile l’uso di Kinect e Playmove. Non sapete ancora di cosa stiamo parlando? Facciamo una rapida immersione nella trama di questo Tower Defense.

Come detto sopra, i Babilonesi hanno deciso di costruire una Torre per arrivare fino al cielo, e quindi, fino a Dio. Biblicamente, Dio impedì loro di costruire la suddetta torre facendo in modo che le persone parlassero lingue differenti tra loro. Il Dio che andremo ad impersonare noi sarà un pochino più crudele. Ma solo un pochino. (leggi articolo)

autore: Valentina Barranco (27-09-2012)


 

 

About the Author

Leave a Reply