Inquisitor

Dal sito: http://multiplayer.it

Inquisitor è pubblicato per la prima volta nel 2009 nella sola Repubblica Ceca e vede l’uscita della versione inglese soltanto a Settembre 2012 (pochi giorni fa). Lo scopo di Cinemax, lo sviluppatore, è abbastanza chiaro: produrre un gioco di ruolo classico pieno di sostanza e con poche concessioni ai fattori più superficiali. Nonostante alcuni screenshot possano ingannare, visto che le barre d’energia e gli slot per le scorciatoie urlano Diablo da ogni dove, la realtà è che basta impugnare il mouse e iniziare la creazione del personaggio per rendersi conto di come la fonte d’ispirazione principale sia più Baldur’s Gate. Scelta la classe si deve decidere come distribuire i punti delle caratteristiche e quali scuole di magia abbracciare. Ogni classe è molto diversa dalle altre e dispone di abilità uniche, migliorabili salendo di livello e distribuendo gli appositi punti, e di obiettivi specifici legati al proprio ruolo: Il paladino deve salire i ranghi del suo ordine, il ladro deve ripulire il suo nome e il sacerdote deve diventare inquisitore. A livello di opzioni cosmetiche per il nostro eroe, Inquisitor è davvero parco: si può scegliere il nome, selezionare un ritratto tra quelli di default e basta. Poco male, visto che la grafica non è proprio il punto forte del titolo di Cinemax. (leggi articolo)

autore: Simone Tagliaferri  27 settembre 2012


 

 

 

About the Author

Leave a Reply