Game Of Thrones – Il Trono di Spade

Dal sito: http://gamesurf.tiscali.it

Le cronache del ghiaccio e del fuoco hanno saputo appassionare milioni di lettori fin dall’uscita del primo libro nel fin troppo lontano 1996, quando il concetto di epic fantasy veniva sovvertito e calato in un contesto fantapolitico fatto di intrighi e sfide d’astuzia, “Quando si gioca al gioco dei troni o si vince o si muore”. Il periodo di gestazione della saga è stato lungo oltre ogni previsione, passando da un progetto iniziale di 3 libri a quello finale di 7 (di cui fino ad oggi ne sono usciti 5), cosa dovuta principalmente alla cura nei dettagli dello scrittore (più a varie crisi d’autore ed altre oscure ragioni che solo il Dio dai mille volti saprà) e soprattutto all’immensa quantità di personaggi protagonisti che di fatto rendono la storia corale. Dopo anni di contratti non firmati, ecco che si presenta l’occasione definitiva con l’emittente statunitense HBO che produce (sempre sotto sorveglianza di Martin) l’ottima serie televisiva, seguendo in modo molto fedele gli avvenimenti dei libri e soprattutto aumentando ancora di più la fama del marchio che ora può considerarsi definitivamente su scala mondiale.

E quando le cose girano così bene sia sul fronte cartaceo che televisivo, il mondo videoludico non si fa attendere ed assimila la saga in un videogioco -Genesis- strategico di stampo particolare che ha diviso la critica, ma che non ha scoraggiato Cyanide a tentare la via del più classico gioco di ruolo con una storia scritta su misura da George R.R.Martin stesso, con in più l’aiuto di HBO per quanto riguarda la gestione del plot, in modo da rendere libri, serie tv e gioco un unico essere. Sarà la volta buona che i fans potranno accendere la loro candela a forma di Viserys? (leggi articolO)

autore; Sonny Ubertini – 11-06-2012)


Dal sito: http://www.eurogamer.it

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono una delle massime espressioni del fantasy moderno, capaci di attirare milioni di lettori in tutto il mondo, in avida attesa di un nuovo volume. Nati dalla fervida immaginazione di George R.R. Martin, questi libri hanno dovuto attendere diversi anni prima di diventare un vero e proprio fenomeno di costume, grazie principalmente alla riuscita serie televisiva, ribattezzata il Trono di Spade.

Grazie a Cyanide, Game of Thrones è divenuto anche un videogioco, inizialmente uno strano strategico e ora finalmente un gioco di ruolo, forse il genere che meglio si sposa con l’opera dello scrittore americano.

Al posto di raccontare le stesse vicende descritte nei romanzi, gli sviluppatori hanno deciso di creare due nuovi protagonisti le cui peripezie vanno a intrecciarsi con gli avvenimenti descritti nel primo libro. Mors Westford è un Guardiano della Notte duro e implacabile, rigidamente fedele al codice della fratellanza. La sua lama non fa distinzione tra nemici e traditori e il suo nome è temuto e rispettato da entrambi i lati della Barriera. Solo una richiesta giunta da un passato remoto lo allontanerà dai suoi confratelli.

Alester Sarwyck è invece l’erede di Acquafonte, tornato da quindici anni di esilio volontario nelle città libere, dove ha abbracciato il credo di R’hallor. La sua terra natia è in rovina, spezzata da una lotta intestina che vede suo fratello minore e il fratellastro contendersi il trono. Vista la disperazione del suo popolo, decide di assumersi il compito di risollevare la sua casata e per farlo, non esita a mettersi al servizio della temibile regina Cersei Lannister. (leggi articolO) 
autore: di Luca Forte Pubblicato 11 giugno, 2012

About the Author

Leave a Reply