Lollipop Chainsaw anteprima

Dal sito:  http://multiplayer.it

Suda 51 e James Gunn hanno in mente un’idea un po’ atipica di come dovrebbe essere il diciottesimo compleanno di una giovane studentessa americana: la mattina che sancisce il passaggio all’età adulta, Juliet si risveglia nel bel mezzo di un apocalisse zombie causata da un compagno, il solito goth appassionato di stregoneria, è costretta a separare la testa del fidanzato dal resto del corpo infetto dal virus e a mettersi in viaggio per porre una pezza sull’imminente fine del mondo. Per fortuna la cheerleader, che appartiene a una famiglia di cacciatori di non morti ed è stata addestrata sin dalla tenera età per questa evenienza, è in possesso della sua fidata motosega e di una buona quantità di leccalecca per tenere alto il livello di glucosio nel sangue. Ma se la premessa di Lollipop Chainsaw è bizzarra, tutta l’esecuzione non è meno sopra le righe e si procede a suon di balletti, umorismo a tema scolastico e combo tanto ricche nel punteggio quanto numerose sono le teste mozzate contemporaneamente. Una follia dai toni accesi e dall’estetica pop che già avevamo visto e poi provato, e che siamo tornati a osservare nel corso di un recente evento tenutosi nella sede milanese del produttore Warner Bros. Interactive.

Motociclette rockabilly

A fare gli onori di casa durante la presentazione c’era Scott Warr, producer della divisione gaming di Warner Bros, che dopo aver snocciolato i nomi roboanti dietro Lollipop Chainsaw ha percorso una prima parte di livello tratto dall’inizio del gioco, proprio all’interno della San Romero High. Lo schema, completato con Juliet già dotata di tutti i poteri che acquisirà nel corso dell’avventura, era il medesimo raccontato subito dopo l’annuncio della GamesCom dello scorso anno. Niente di nuovo, anche se possiamo riconfermare l’idea positiva che ci eravamo fatti allora. (leggi articolo) 

autore: Umberto Moioli – 21 maggio 2012


DAl sito:  http://www.spaziogames.it

 Milano – Personalità note nel mondo del cinema e dello sport ce ne sono miriadi, nel mondo del gaming invece i volti riconoscibili sono pochini, vuoi per la tendenza degli sviluppatori più geniali ad essere schivi e riservati, vuoi per lo scarso interesse che gran parte dell’utenza ha nei confronti dei creatori dei giochi più famosi al mondo. Alcuni sviluppatori sono riusciti però a diventare delle piccole celebrità grazie alla grande qualità dei loro titoli, o per via della loro peculiare personalità. Suda 51 è uno dei pochi a esser famoso per entrambe le cose. E’ un pazzo scatenato che ad ogni apparizione riesce sempre a sorprendere, stupire e strappare qualche risata, ed è riuscito a traslare quest’eccentricità nei suoi giochi, creando prodotti fuori di testa che hanno appassionato moltissimi videogiocatori.

Ultimamente il buon Suda è super impegnato nello sviluppo del suo ultimo progetto, Lollipop Chainsaw, un action game che per protagonista ha una cheerleader armata di motosega e ha già fatto discutere moltissimo per l’umorismo spinto e lo stile esagerato. Di recente in Italia c’è stata una presentazione del gioco negli studi di Warner, con dei contenuti nuovi di pacca mostrati in esclusiva. Noi ovviamente non potevamo farci scappare l’occasione di scoprire le ultime novità sulla procace Juliet Starling, quindi ci siamo avviati verso gli uffici dove si sarebbe svolto l’evento, pronti a incontrare di nuovo Scott Warr, producer del gioco che avevamo già conosciuto al Gamescom dell’anno scorso. Ecco cosa abbiamo scoperto di nuovo. (leggi articolo) 

autore: Aligi “Pregianza” Comandini – del 21/05/2012


 

About the Author

Leave a Reply