Anteprima Virtua Fighter 5 Final Showdown

Dal sito; http://www.spaziogames.it

Ormai grazie a Capcom il genere dei picchiaduro ha trovato una seconda giovinezza, riuscendo a tornare in voga dopo anni passati in sordina. Nonostante la fiducia degli sviluppatori e i numerosi titoli in dirittura d’arrivo in questo 2012 c’è una società che non si è fidata del suo operato tanto da relegare uno dei mostri sacri del genere a diventare un titolo dedicato esclusivamente al digital delivery. Parliamo ovviamente di Sega che ha deciso di andare controcorrente rispetto alle società più importanti in quest’ambito. La decisione di portare l’attesissimo Virtua Fighter 5 Final Showdown su Playstation Network e Xbox Live Arcade invece che su disco ha lasciato tutti i fan che collezionano la saga dai tempi del Saturn con l’amaro in bocca e con una certa delusione. Se si analizza realisticamente però il “nuovo” mercato dei picchiaduro sarà ben chiaro che la scelta della mamma di Sonic è adeguata, perché a differenza delle altre software house la Grande S non ha piegato il suo prodotto né lo ha snaturato in nome del guadagno facile cercando di attirare più utenti possibili con una semplificazione del gameplay. Akira Yuki e i suoi compagni hanno tutta l’intenzione di tornare su console con la propria storica etichetta da picchiaduro d’elite, non per tutti ma solo per chi avrà la pazienza e abilità di padroneggiare uno dei titoli più tecnici che ci sia.

Pugno, calcio e parata
Per chi non è pratico di titoli arcade ad una prima occhiata il sistema di controllo della serie Virtua Fighter, tralasciando l’eccezione del terzo capitolo, potrebbe sembrare il più semplice che ci sia, paragonato poi ai titoli Capcom o Namco Bandai che hanno molti più tasti l’errore di valutazione è comprensibile. Anche se a disposizione ci sono soltanto tre pulsanti da essi nasce il più ricco e complesso gameplay che ci sia per un picchiaduro e con la versione che uscirà quest’estate, la Final Showdown, i programmatori di SEGA sembrano aver rincarato la dose del tecnicismo della serie rendendo il gioco ancora più affascinante e bilanciato. Rispetto al titolo uscito nel lontano 2007 per Playstation 3 e Xbox 360 in questa nuova versione si possono notare diverse differenze, prima su tutte l’introduzione di numerose mosse aggiuntive, mentre altre sono state eliminate, per cercare di bilanciare meglio i vari personaggi già presenti. I salti hanno ora uno slancio maggiore, mentre è cambiato il sistema per evadere le prese, che adesso si eseguono premendo la parata con il pugno ed una direzione. Tutti i miglioramenti apportati hanno fatto si che adesso le combo siano più lunghe e anche più dannose, con particolare rilievo sulla possibilità di colpire l’avversario quando sbatte contro un muro o viene stordito, visto che il rebounce adesso permette di colpire solo una volta durante la combo, dopodiché se si ritenta il nemico stramazzerà a terra. Come sempre l’azione dei combattimenti è molto rapida ed è davvero difficile riuscire a vedere un time out in questo titolo. Al momento SEGA ha confermato che per console arriverà la quarta revisione della versione da sala giochi, che uscirà in primavera, dando cosi a tutti i suoi fan un titolo attualissimo e non come qualcuno poteva temere già vecchio di un anno. (leggi articolo)

autore: Rosario “rspecial1” Speciale – del 16/05/2012

 

About the Author

Leave a Reply