Bloodforge

Dal sito http://www.spaziogames.it

Il mercato Live Arcade sin dalla sua nascita è stato in grado di regalare vere e proprie perle di rara bellezza. Titoli come BraidLimboCaste Crasher giusto per citarne qualcuno, sono stati i veri protagonisti del successo di questo modo di intendere i videogiochi. A riprova di quanto detto, tantissime software house maggiori, stando puntando con sempre più interesse questo tipo di mercato, provando a lanciarsi nello sviluppo di prodotti a basso budget ma che posso rivelarsi dannatamente remunerativi.
Questa volta tocca a Climax Studios, studio di sviluppo a capo di progetti estremamente validi come quelli della serie MotoGP ( uno dei primi titoli a sfruttare il live quando fu lanciato sulla prima Xbox ) che con Bloodforge tentano di portare l’azione violenta e gratuita mista ad uno stilehack’n’slash molto old school nel mercato dei prodotti digitali. Ci saranno riusciti? scopriamolo in questa recensione!
Una storia di estrema violenza
Bloodforge ci immerge all’interno di un mondo fantasy in cui le tribù sono totalmente soggiogate e controllate dagli Dei. In questo contesto, non tanto lontano da altri titoli del genere, noi comanderemo Crom (ogni riferimento al Dio celtico Crom Cruach non dovrebbe essere casuale.) che nel viaggio verso casa verrà colpito da una visione, tramite la quale vedrà il suo villaggio in fiamme e lui costretto a combattere per sovvertire un mondo ormai corrotto e sotto lo scacco delle divinità. Predizione che si rivelerà esatta, con il nostro eroe che da quel momento in poi sarà coinvolto in ferocissimi scontri, mosso da un profondo senso di vendetta.(leggi articolo)

autore; Roberto “Slice” Crespi – del 27/04/2012


Dal sito http://multiplayer.it

viluppato in esclusiva per Microsoft da Climax, il brutale Bloodforge si propone come una sorta di risposta al God Of War di Sony per il Live Arcade, con un’ambientazione però molto più inquietante. Anziché attingere dall’immaginario mitologico, la storia ci catapulta in un universo nordico medievale di estrema crudezza, dove seguiamo le avventure del protagonista Crom, rude guerriero col volto perennemente celato da un teschio di bue, impegnato in una turpe vicenda di vendetta. La sua famiglia è stata infatti sterminata da mostruose creature che si ostinano a chiamarlo “Il Distruttore”. Con l’aiuto della poco rassicurante strega Morrigan ci troviamo ad affrontare innumerevoli combattimenti, sia con armi da taglio che una serie di tecniche magiche accumulabili lungo il gioco. Queste vengono via via sbloccate assorbendo il sangue nemico attraverso uno speciale guanto, e spaziano da voraci serpenti a devastanti scariche elettriche. Oltre a questo, Crom può sfruttare uno status speciale denominato Berserk, attivabile premendo i tasti dorsali, che consente di sferrare attacchi ancora più potenti e addirittura delle fatality in puro stile Mortal Kombat. Il set completo delle mosse occupa praticamente tutti i tasti del pad, offrendo una discreto numero di varianti offensive, oltre ovviamente alle immancabili combo da inanellare sperimentandole sui nemici. (leggi articolo)

autore:  Dario Rossi –   27 aprile 2012


 

About the Author

Leave a Reply