WRECKED – Revenge Revisited

Dal sito: http://multiplayer.it

Correva l’anno 2004 quando nella passata generazione di console usciva Mashed, un racing game spiccatamente arcade con visuale dall’alto caratterizzato dalla possibilità di conquistare la vittoria anche e soprattutto attraverso l’eliminazione dei contendenti, grazie all’apporto di un nutrito arsenale di armi da raccogliere sul tracciato. Questa impostazione di gioco così semplice e immediata, introdotta invero per la prima volta da Micromachines V3 nel lontanissimo 1997, è stata oggi riproposta in maniera quasi inalterata per Wrecked – Revenge Revisited che fin dal suo primo annuncio è stato presentato come il successore spirituale proprio di quel Mashed di cui sopra. Un eccentrico racing game tutto distruzione e situazioni sopra le righe che sembra perfetto per la distribuzione digitale sui canali Xbox Live Arcade e Playstation Network.(leggi articolo)

autore: Michele Bertini – 5 aprile 2012


Dal sito: http://www.spaziogames.it

Ormai specializzatosi nella realizzazione di racing arcade adrenalici e dal sapore retro, il teamSupersonic riporta in auge il gameplay che i giocatori su PlayStation 2 avevano tanto apprezzato in Mashed. Derapate e power-up, che strizzano l’occhio a molti classici del genere come Micro Machines e Mario Kart, fanno da padrone in circuiti stretti e brevi che si dipanano in sei diverse ambientazioni che spaziano dalla giungla tropicale alle lande innevate passando per canyon e ponti di ghiaccio. Ciò che rende Wrecked Revenge Revisited unico e particolare è la sua unione di uno stile di guida semplice e immediato con l’uso di armi, disseminate lungo tutto il percorso, con cui distruggere, fisicamente, gli avversari. La scorrettezza è la chiave per vincere ogni partita: spargere mine sul cofano del pilota che ci precede o spingerlo fuori pista a sportellate. Questa caratteristica raggiunge il suo apice e caparbietà nella possibilità per gli utenti eliminati dalla gara di utilizzare un devastante attacco aereo per vendicarsi di coloro che sono ancora vivi e vegeti. Una mossa che rappresenta al meglio lo spirito un po’ goliardico e po’ vigliacco del gameplay di Wrecked e che è ciò che di più attrae della produzione di Supersonic, totalmente dedicata all’antisportività. (leggi articolo)

autore: Massimiliano “bl4ckm4x” Di Marco – 28/03/2012


Dal sito: http://www.eurogamer.it

Bastano alcune premesse, divertenti o meno, per far tornare a galla un passato recente costellato da alti e bassi. È il caso di Wrecked: Revenge Revisited, che si propone come seguito spirituale dell’indimenticato MicroMachines V3 e ne raccoglie in pieno un’eredità fatta (almeno inizialmente) di inspiegabili limitazioni tecniche e divertimento in multiplayer locale.

È il caso di fare un breve salto indietro negli anni e tornare nel 1997, quando Codemasters creò MicroMachines V3, un fulgido esemplare del poco affollato genere dei combat racing. Pur trattandosi di un gioco ancora per la prima PlayStation, il concept di base era estremamente fresco e a tutt’oggi attuale: la telecamera riprendeva tutto dall’alto, sia in giocatore singolo che in multiplayer, e chi usciva dalla visuale veniva eliminato senza pietà.(leggi articolo)

autore: Paolo Sirio –   30 marzo, 2012

 


 

About the Author

Leave a Reply