Frobisher Says!

Dal sito : http://multiplayer.it

Frobisher è la mascotte di una pazza compilation di mini-giochi, coloratissima e completamente gratis.

Il principale compito dei titoli di lancio di una nuova console, oltre a “vendere” l’hardware stesso, è anche mostrare di cosa è capace, quale caratteristiche propone, perché potrebbe essere più divertente della concorrenza. Tra i giochi nella lineup iniziale di PlayStation Vita questo ruolo l’ha sicuramente rivestito Little Deviants, una simpatica compilation di minigiochi basati sopratutto sui peculiari sistemi di controllo dell’handheld che non ci ha convinto pienamente, mostrando il fianco a più riprese con controlli imprecisi e minigiochi più frustranti che divertenti. Con Frobisher Says! lo sviluppatore Honeyslug riprova a proporre lo stesso concept, ma a modo tutto suo. Il risultato è una compilation divertentissima che sfrutta pienamente le feature di PlayStation Vita con microgiochi a dir poco esilaranti.     (leggi articolo) 

autore:  Christian La Via Colli –  il 3 marzo 2012


Dal sito: http://www.eurogamer.it

Tutto cominciò nel lontano 1998, quando Konami decise di portare sulla prima PlayStation il fuori di testa “Bishi Bashi Special”, una collezione di minigiochi “mordi e fuggi” che ci metteva nelle situazioni più assurde, come far lanciare ad una sposa una torta il più lontano possibile in una chiesa, oppure premere a tempo i tasti del D-pad come nel più classico dei Dance Dance Revolution.

Bishi Bashi ebbe un buon riscontro dal pubblico giapponese, tant’è che Konami decise di importarlo ufficialmente nel Vecchio Continente nel 2000. Seguirono diversi sequel per console casalinghe, portatili e cellulari, ma nel 2003 fu Nintendo a prendere la palla al balzo pubblicando il divertentissimo WarioWare per Game Boy Advance. (leggi articolo)

autore:  Manuel Stanislao – del 14 marzo, 2012


 

 

About the Author

Leave a Reply