Darksiders II

Dal sito:  http://www.spaziogames.it

Fratelli sì, gocce d’acqua no!
Mentre nel primo Darksiders avevamo avuto il privilegio di vestire i panni di Guerra, in questo secondo capitolo ci toccherà impersonare Morte, un altro membro del simpatico quartetto dei cavalieri dell’apocalisse che si comporterà in modo piuttosto diverso rispetto al fratello a noi noto. Impersonare Morte vorrà dire avere per le mani il potere di centinaia di ninja demoniaci, quindi tizi molto agili in grado di eseguire folli acrobazie e di uccidere il nemico in un batter d’occhio. Caratteristiche come queste influenzeranno pesantemente le meccaniche di gioco, a partire dalle fasi puzzle e platform rese decisamente trasversali grazie alle capacità del personaggio di correre lungo le pareti e arrampicarsi su travi, rocce e quant’altro possa scaturire l’invidia di Ezio. Tutto questo saltellare da una parte all’altra ricorda da vicino titoli come Prince of Persia, ma qui si aggiungono elementi inediti come la possibilità di usare il “Death Grip”. Quest’abilità non fa altro che generare una mano fantasma che, aggrappandosi alle sporgenze presenti nei paraggi, aiuterà Morte a raggiungere con rapidità posti altrimenti inarrivabili.(leggi articolo) 

autore: Andrea “jewel” Rubino – del 26/03/2012


Dal sito : http://multiplayer.it

HQ avrà mille difetti, a partire da un portafogli al quale mancano hit oramai necessarie per sostenere i publisher più grandi e radicati, però non difetta neppure di innegabili qualità. Aver creduto in Vigil Games, ad esempio, portando a compimento un progetto ambizioso, complesso e strapieno di potenziali passi falsi come Darksiders. Da quell’uscita sono passati un paio d’anni, abbastanza per mettere in cantiere un seguito a cui da una parte verrà chiesto di replicare la formula da action adventure che a molti ha ricordato Zelda, dall’altra ampliare portata e contenuti dell’offerta. Perché un conto è saltare fuori dal nulla con una sleeper hit poco tenuta in considerazione fino all’arrivo sugli scaffali, un altro uscire a testa alta da un ritorno atteso da un paio di milioni di giocatori. Acquistandone se possibile di nuovi. Ne avevamo già parlato in svariate occasioni durante i mesi passati, facendo il punto su quanto attendersi da Darksiders II, ma di recente ci siamo spinti oltre. Siamo stati invitati ad Amsterdarm all’interno di una chiesa sconsacrata, dove sviluppatore e produttore ci hanno fatto giocare circa un’ora e mezza di avventura, svuotare una manciata di stanze e combattere un enorme boss finale. (leggi articolo)

autore : Umberto Moioli – del  il 22 marzo 2012


Dal sito:  http://www.eurogamer.it

Nonostante il successo ottenuto non sia stato quello sperato da Madureira e soci, sono sicuro che il primo Darksiders verrà ricordato come una delle sorprese più piacevoli di questa generazione di console. Bollato erroneamente come semplice “clone di God of War”, l’avventura di Guerra era invece un’eccellente action-adventure in stile Zelda, profondo, completo e avvincente.Se non avete avuto occasione di giocarlo il mio consiglio è di recuperarlo da qualche parte, visto che fra l’altro ormai si può trovare in giro per un pugno di euro. Prima di uscire per acquistarlo però, concedetemi qualche minuto per parlarvi del sequel di quel gioco, che uscirà in una data ancora imprecisata di quest’anno. (leggi articolo)

autore: Daniele Cucchiarelli – 9 gennaio, 2012


 

About the Author

Leave a Reply