Naughty Bear

Dal sito : http://multiplayer.it

Naughty Bear si basa su un ossimoro che potrebbe inquietare anche il giocatore più navigato, rappresentando la violenza più truce e gratuita all’interno di un contesto di tenerezza e carineria. Sull’Isola di Perfection tutto sembra andare a meraviglia nella comunità di orsetti di peluche. Casette colorate, pic-nic nei boschetti, torte e palloncini scandiscono il ritmo di una vita all’insegna della gioiosità più melensa, almeno fino all’esplosione funesta della rabbia di Naughty Bear. Questi è l’orsetto che viene regolarmente escluso dalla tranquilla vita sociale del paese, trascurato se non addirittura pubblicamente deriso, essendo visto come la macchia nera dell’isola perfetta, praticamente una bomba a orologeria. Dopo l’ennesima presa in giro, scatta il giorno di ordinaria follia per l’orsetto: non più in grado di sostenere le mal celate cattiverie dei vicini,Naughty Bear decide di farsi giustizia, nelle maniere più atroci. (leggi articolo)

autore: Giorgio Melani il – 2 luglio 2010


Dal sito : http://www.videogame.it

PROFONDO ORSO

In una piccola casetta immersa nella boscaglia vive l’orso Naughty, un individuo poco raccomandabile, dallo sguardo arcigno e il volto truce. Il suo fisico testimonia le mille zuffe a cui ha partecipato, è un festival di cicatrici e segni indelebili di una vita sempre vissuta sul filo del rasoio, un’esistenza dedicata alla malvagità. Nel mondo degli orsetti di pezza esiste però qualcuno molto più crudele, vale a dire gli altri abitanti del villaggio, il cui hobby preferito è quello di molestare notte e giorno il nostro antieroe. Stufo di questo gioco al massacro nei suoi confronti, il truce orso decide di reagire nel peggiore dei modi, prende dal cassetto il fidato coltello da macellaio e con un balzo passa dal ruolo di vittima a quello di carnefice. Il sangue, o meglio dire l’imbottitura dei bambolotti, presto scorrerà a fiumi.
Naughty Bear è basato su una rilettura in chiave sarcastica e dissacrante del mondo dei pupazzi di pezza, fidi compagni dei più piccini. L’universo dipinto dai programmatori, una dimensione dove la malvagità la fa da padrone, sembra conturbante, ma ben presto ci si accorge che oltre alla violenza gratuita non v’è molto altro. È evidente che ci troviamo di fronte ad una provocazione sterile, l’humour nero di cui è intriso Naughty Bear ben presto viene a noia e dalle brevi risate si passa ai giganteschi sbadigli.(leggi articolo)

autore:  Pocoto, – del  il 


Dal sito : http://gamesurf.tiscali.it

Naughty Bear è un videogame anticonvenzionale e volutamente provocatorio, fin dal titolo. Non lasciatevi ingannare da questo pacioccoso “orsetto dispettoso” di peluche perché si tratta di un action adventure per Xbox 360 e Playstation 3 incentrato sulla violenza fisica, sul terrore psicologico e sulla sete di vendetta di un orsetto emarginato dalla propria comunità di simili.
La prima impressione può disorientare e questo progetto di A2M, targato 505 Games, è un originale concept diventato realtà e marchiato chiaramente da un rating 16+, che sta ad indicare che Naughty Bear è un gioco per persone adulte e consapevoli, a cui piace l’odore della vendetta e sanno sorridere con humour britannico durante una carneficina violenta e devastante di innocenti orsetti di peluche. D’altronde l’abito non fa il monaco e sotto la soffice pelliccia di un orsetto può nascondersi un efferato serial killer(leggi articolo)

autore: Davide Bartoccelli – del  il 


 

About the Author

Leave a Reply