Blades of Time

Dal sito :  http://multiplayer.it

ono passati tre anni da quando con il chiacchierato X-Blades, le procaci forme di Ayumi hanno fatto il loro esordio nella scena videoludica. I russi di Gaijin Entertainment a quanto pare sono particolarmente affezionati alla loro eroina, tanto da volerla riproporre come protagonista della loro ultima fatica che si può considerare a tutti gli effetti come una sorta di seguito spirituale del precedente titolo, con il quale però mostra fin dalla prima occhiata una netta discontinuità stilistica.
Blades of Time ha avuto fin dai suoi esordi una gestazione travagliata. Gli sviluppatori infatti hanno avuto il loro ben da fare per trovare un publisher per il loro progetto di action game incentrato prevalentemente sulla capacità di manipolazione del tempo che appariva troppo macchinosa agli occhi di molti addetti ai lavori. Provvidenziale è stato il successo di giochi quali Braid che ha convinto Konami a far da mecenate ai Gaijin russi, rendendo possibile il ritorno di Ayumi sulle home console che per prima l’avevano conosciuta. (leggi articolo)

autore: Michele Bertini –  23 marzo 2012


Dal sito : http://www.spaziogames.it

A circa tre anni dalla deludente esperienza maturata con X-Blades, Gaijin Entertainment tenta nuovamente la fortuna con Blades of Time, hack-n-slash che vede di nuovo come protagonista la giovane cacciatrice di tesori Ayumi. Il titolo non ha saputo catturarci particolarmente, a causa di alcuni fattori che hanno inficiato notevolmente la qualità dello stesso. Vediamo insieme quali.
Dragonland
L’avventura ha inizio in una gilda non meglio specificata durante un rito che dovrebbe indicare quali tra i tanti valorosi guerrieri avranno la possibilità di avventurarsi nelle terre di Dragonland, area dove li attendono gloria, valore e ricchezze a non finire. Ayumi e il suo compagno Zero irrompono all’improvviso sulla scena, eliminando alcune guardie e gettandosi subito verso la Sfera, chiave di accesso a questa misteriosa dimensione parallela dove ben presto verranno catapultati e dove avrà inizio il loro lungo cammino, cui fa da sfondo l’eterna lotta tra Ordine e Caos.
A fianco della giovane protagonista vi sarà lo Spirito del Drago, angelo infuocato che riprende le sue fattezze e che le farà da guida nel corso dell’avventura. (leggi articolo)

autore : Niccolò “Nitro” Forlini – del 20/03/2012


Dal sito: http://www.eurogamer.it

Dopo Birds Of Steel, il secondo titolo presentatoci da Anton Yudintsev di Gaijin Entertainment durante la nostra recente visita negli studi di Halifax a Milano è stato Blades of Time, un classico hack’n’ slash in terza persona che strizza l’occhio a Prince of Persia e Darksiders, ma che propone alcuni variati elementi interessanti che ora andremo ad illustrarvi.Vi ricordate di X-Blades, l’action-adventure uscito un paio di anni fa su PlayStation 3 e Xbox 360? Bene, Blades of Time può essere tranquillamente definito come il suo erede spirituale. Nel gioco vestiremo i panni di Ayumi, una cacciatrice di tesori che si ritrova intrappolata su un’isola popolata (indovinate un po’), da mostri e creature fiabesche di ogni genere. Ben presto però capirà che l’isola è anche custode di preziosissimi tesori e potentissimi poteri, che l’aiuteranno a compiere la sua missione di fuga. (leggi articolo)

autore:  Manuel Stanislao –del  6 febbraio, 2012


 

About the Author

Leave a Reply