Shinobido 2: Revenge of Zen

dal sito:  http://gamesurf.tiscali.it

Dopo aver messo le basi con Tenchu ed averle “evolute” con Shinobido su PS2 (e, in seguito, con un discutibile porting PSP), la saga ninja più apprezzata di sempre giunge anche sulla nuovissima PSVita. Forte del suo sistema a missioni maggiormente adatto proprio ad una portatile, Shinobido si ripresenta con un seguito ufficiale che, a dirla tutta, non cerca granché di differenziarsi da quanto visto anni fa.  Il protagonista della storia è Zen, ninja che – a causa del tradimento del suo compagno di vecchia data, Shu – ha perso l’amata. Dopo essere stato pestato a morte, o quasi, viene salvato e rimesso in sesto presso la capanna di un guerriero esperto che lo allena nelle sue arti. L’avventura, senza troppe pretese sul lato della sceneggiatura, ci vedrà impegnati a raccogliere gli otto specchi di Tenma, prima che finiscano nelle mani di Shu e vengano riutilizzati per scopi malvagi. Nessun colpo di scena e la mancanza di vere e proprie sequenze d’impatto rendono la trama un semplice collante tra una missione e l’altra. Il che non è neanche tanto negativo, soprattutto per un gioco così tanto basato sul gameplay. Il problema è che, quasi fin da subito, neanche i vari compiti assegnatici riusciranno ad interessarci più di tanto. (leggi articolo)

autore: Davide Ottagono  – del 15/03/2012


dal sito: http://multiplayer.it

La serie di Tenchu ha riscosso un discreto successo su PlayStation in quanto offriva un action dalla componente stealth piuttosto marcata e ben definita, aveva un comparto tecnico egualmente valido e sicuramente un gameplay peculiare e poco sdoganato per quei tempi. Poi, come tante serie di lunga data, si è un po’ persa nel corso degli anni, fino a cadere nell’anonimato e nel dimenticatoio. Lo sviluppatore Acquire tra i suoi nuovi progetti ci ha riprovato con Shinobido, il cui seguito arriva al lancio di PlayStation Vita come titolo che cerca di rinverdire i fasti di un tempo. È ancora presto per darne un giudizio definitivo perché anche in questo caso (giustamente qualcuno verrebbe a dire) il titolo è completamente giapponese e si fa fatica a districarsi tra i vari menu di gioco. (leggi articolo)

autore:   Antonio Fucito  –  del 20/11/2012


Dal sito: http://www.videogame.it

Shinobido 2: Revenge of Zen è il seguito di un gioco uscito diversi anni fa su PSP (Shinobido, Tales of the Ninja), a sua volta sequel di Shinobido: Way of the Ninja per PS2: un titolo che Acquire realizzò subito dopo aver perso la paternità della serie Tenchu, passata a From Software. In qualche modo, dunque, Shinobido 2 è l’erede spirituale di Tenchu: Stealth Assassins, che ai tempi della sua prima uscita su PlayStation, nel lontano 1998, rappresentò un icona del promettente genere stealth. A distanza di quattordici anni, sarà riuscita Acquire a confezionare un titolo che valga la pena di essere giocato su PS Vita? (leggi articolo)

autore :   Francesco Sica  – del 06/03/2012


Dal sito: http://www.spaziogames.it

Una vendetta
La storia di Shinobido 2: Revenge of Zen narra le vicende del ninja chiamato Zen che assiste alla distruzione del suo villaggio in una regione, Utakata, governata dalla casata Ichijo, contrastata dalla fazione Akame e dalla setta dedita alla divinità Amurita. Il nostro eroe, componente del gruppo Fuka distrutto a causa di un tradimento, troverà il proprio villaggio, Asuka, distrutto e la sua compagna, San, uccisa dai due temibili ninja Shu e la bella e letale Nagi. L’intento dell’ultimo ninja dell’ordine Fuka è dunque chiaro, ovvero trovare i traditori in uno scenario bellico ormai al tracollo. Nel proseguo della storia il maestro di Zen, Zaji, gli rivelerà che Shu e Nagi stanno cercando gli otto specchi Tenma, che gli serviranno per evocare un demone e conquistare così tutta la regione. Zen dovrà dunque recuperare, durante le missioni, gli specchi per attirare Shu, fermarlo nei suoi intenti e compiere così la sua vendetta, con l’aiuto di un inaspettato personaggio. Per non andare oltre e quindi rovinarvi la sorpresa, ci fermiamo qui.(leggi articolo)

autore:  Carlo “Darkzibo” Ziboni  – del  08/03/2012


 

 

About the Author

Leave a Reply