Syndacate – Hands On – anteprima –


dal sito : http://www.gameplayer.it 

Forse non tutti conosceranno Syndicate, RTS che nel lontano 1993 sorprese il popolo videoludico dell’epoca con una struttura solida ed affermata ma che tuttavia non riuscì a competere con un prepotente Day of The Tentacle concepito da geniali menti quali Tim Schafer e Dave Grossman che per poco riuscì ad aggiudicarsi l’ambito premio di Game of The Year. Dopo ben 19 anni, il futuro fantapolitico di Bullfrog ritorna sui nostri schermi con una veste ormai estremamente abusata in un contesto come quello moderno; ovvio, quindi, il diretto riferimento al genere FPS che tanto caratterizza il videogioco odierno. ( leggi articolo)

autore: Giovanni “TheJohn” Vincenti    


dal sito: http://multiplayer.it

All’inizio degli anni 90 quel geniaccio di Peter Molyneux insieme alla sua Bullfrog sfornò un capolavoro dietro l’altro ridefinendo o potenziando svariati generi e gettando le basi per diverse innovazioni di gameplay che portarono al periodo d’oro degli strategici su PC. E così accanto ai vari Magic Carpet, Populous e Theme Park, arrivò nel 1993 Syndicate, titolo di strategia in tempo reale dall’enorme componente gestionale dove il giocatore si trovava immerso in uno scenario futuribile alle prese con gigantesche corporazioni che se le davano di santa ragione con l’obiettivo di dominare il mercato elettronico. (leggi articolo)

autore: Pierpaolo Greco   del 21/02/2012


dal sito: http://www.spaziogames.it

Nel 90% dei videogames si interpreta un eroe senza macchia e senza paura, impegnato di solito a salvare il mondo da qualche terribile minaccia con il potere dell’amicizia e dell’integrità morale o, semplicemente, a forza di mazzate poderose in testa ai nemici dell’umanità. Bello, ma non per tutti. Nascosto in un posticino piccolo piccolo nel cuore di alcuni giocatori, infatti, c’è il desiderio di abbandonare il ruolo del paladino e di passare al lato oscuro, la volontà di infischiarsene di ciò che è buono e giusto e di sfogarsi con un po’ di sano sadismo virtuale. (leggi articolo)

autore: Aligi “Pregianza” Comandini     del 22/02/2012


About the Author

Leave a Reply